venerdì 10 Dicembre 2021 - h 14:24

SHARE

Femminile, il Bologna attende il Mittici

La Prima Squadra di Michelangelo Galasso, domenica ore 14.30 presso lo stadio “L. Bonarelli” di Granarolo dell’Emilia (BO), affronterà l’A.S.D. Mittici, nella gara valida per la 10^ Giornata di Serie C – Girone B.

È obbligatorio accreditarsi a questo link per accedere alla tribuna.

L’ottima risposta data in casa di Trento, dopo la caduta tra le mura amiche nei confronti della Vis Civitanova, ha rilanciato le ambizioni delle rossoblù, ancora insediate a metà classifica – al 7° posto, quota 12 punti – ma pronte a raggiungere per la prima volta la striscia di due vittorie consecutive. A raggiungere questo piccolo traguardo, il tecnico ritrova – dopo l’infortunio del 26 settembre, in occasione del match in Coppa Italia contro l’Accademia Spal – l’attaccante classe 2003 Mery Kalaja, che proprio in quel match aveva messo a segno una doppietta.
Questo torneo ha già dimostrato quanto ogni partita sia a sé: le felsinee hanno raggiunto i tre punti con compagini quotate come Riccione e Trento, appunto, faticando invece con avversarie, sulla carta, più alla portata. In quest’ultima categoria rientra anche Mittici, squadra della provincia di Treviso neopromossa, attualmente ultima in classifica con la Vis Civitanova, a 6 punti. Le venete, come il Bologna, non hanno mai pareggiato un incontro finora.
A presentare la sfida c’è Ilaria Cavazza, difensore classe 2005 sempre titolare – esclusa l’uscita contro la Vis Civitanova – e reduce dal raduno territoriale aree Centro, Sud e Isole con la Rappresentativa Nazionale Under 20 tenutosi martedì scorso presso il Centro Sportivo di Torre Angela di Roma.
«Ero molto felice, così come i miei genitori e i miei nonni. Preferisco non parlare della mia prestazione, ma mi sono divertita molto: è stata un’emozione, ero una delle più piccole, ma mi sono sentita a mio agio.
Anche in campionato, io – prima di tutto – penso a divertirmi e, allo stesso tempo, credo che il mio impegno stia ripagando. Sono molto contenta di continuare a essere titolare, nonostante sia la più giovane e ogni giorno cerco di dimostrare di poter mantenere questo posto: e non perché ci sono alcune giocatrici infortunate.
Contro Mittici, noi ce la metteremo tutta come sempre, ma ho notato che nelle partite, sulla carta, più complicate siamo maggiormente concentrate; in quelle alla portata, magari, dobbiamo ancora migliorare sotto l’aspetto dell’attenzione, anche se contro la Vis Civitanova l’abbiamo persa negli ultimi minuti».

SHARE