giovedì 04 Luglio 2019 - h 20:01

SHARE

La carriera di Schouten

Talentuoso classe ’97 cresciuto nel Den Haag, da ala sinistra ai tempi delle giovanili si è trasformato in mezzala dopo il passaggio fra i “grandi”. La stagione al Telstar, nel secondo livello del campionato olandese, ha fatto da apripista per lui a un 2018-19 di assoluto rilievo con l’Excelsior di Rotterdam, di cui è stato giudicato unanimemente il miglior giocatore in un anno non fortunato per il club, retrocesso dalla Eredivisie dopo uno spareggio.

Jerdy, centrocampista di piede destro e di tante belle intuizioni in mezzo al campo, si distingue per buona tecnica, volontà di trovarsi sempre al centro della manovra, impostazione fisica. Nel clamoroso successo per 2-1 dei rossoneri sull’Ajax risulta determinante e si inizia a parlare di Schouten con insistenza, attirando le attenzioni di numerosi club d’Europa, colpiti dalla sua non comune visione di gioco e dal bel passo. Stazionando davanti alla difesa emerge la sua grande dote nel recupero palla – che lo porta al termine della stagione al 5° posto assoluto nella classifica individuale di tale aspetto del campionato orange – ed è bravo a trasformare immediatamente l’azione da difensiva in offensiva.

Dal luglio 2019 approda in rossoblù a titolo definitivo: è il secondo calciatore dei Paesi Bassi della nostra storia.

SHARE