venerdì 17 Gennaio 2020 - h 17:34

SHARE

La carriera di Barrow

Secondo calciatore gambiano della nostra storia, Musa è un centravanti di grande fisicità e ottime doti atletiche, rapido e molto mobile. In Italia dall’estate del 2016, aggregato alla Primavera atalantina con gli allenatori Bonacina prima e Brambilla poi ha dimostrato fin da subito un importante senso del gol e la capacità di svariare su tutto il fronte offensivo: con il suo piede destro molto educato si è ben distinto al Viareggio ’17, poi è letteralmente esploso nella stagione successiva, quando a fronte di 19 reti nelle prime 15 giornate di campionato si è meritato la fiducia di Gasperini che l’ha lanciato in Coppa Italia (esordio contro la Juventus il 30/1/2018) e in A (debutto a febbraio col Crotone, primo gol in aprile al Benevento).

Mostrando in particolare una notevole velocità negli spazi aperti e attaccando bene la profondità, anche alle spalle della linea difensiva, ha fatto vedere di non temere affatto la concorrenza nelle due stagioni e mezzo di massima serie con l’Atalanta: sgomitando con i vari Petagna, Cornelius, Zapata e Muriel si è tolto comunque la soddisfazione di una tripletta al Sarajevo in Europa League e dell’esordio in Nazionale maggiore, nel settembre ’18.

Dal gennaio 2020 è rossoblù a titolo temporaneo con l’obbligo di acquisizione definitiva.

SHARE