lunedì 09 Maggio 2022 - h 13:45

SHARE

Tutte le squadre del Settore Giovanile alle fasi finali

In attesa del clou della stagione, per il Settore Giovanile rossoblù la soddisfazione è già rilevante: mai era capitato che nella stessa annata quattro categorie riuscissero a staccare il pass delle rispettive fasi finali. Un lavoro, quello del Responsabile Daniele Corazza e di tutti gli addetti ai lavori, che ha toccato il punto massimo proprio ieri, con la conferma dei playoff per la squadra Under 18, che ha festeggiato dopo i “colleghi” dell’Under 17, dell’Under 16 e dell’Under 15.

Nei campionati sotto la guida della FIGC – Settore Giovanile sono solo tre le squadre che al momento contano questo grandissimo traguardo: oltre al Bologna, Fiorentina e Roma, in attesa dell’Inter, la cui formazione Under 18 lotterà per un posto ai playoff nell’ultimo turno.

Probabilmente, la sorpresa – e, quindi, soddisfazione più grande – proviene proprio dall’Under 18 di Paolo Magnani capace, grazie alla vittoria sull’Inter per 3-1, di approdare all’attuale 3° posto a quota 53 punti, esattamente come la Spal (ma con lo scontro diretto a favore) e la speranza di agganciare la Fiorentina, distante tre punti, nell’ultimo weekend. In caso di arrivo in parità, la classifica avulsa fra le tre formazioni sorriderebbe ai felsinei, mentre se quest’ultimi saranno i soli ad agganciare la Viola si guarderebbe la differenza reti che attualmente sorride ai toscani (+20 rispetto a +16).
Solo applausi, però, per un gruppo che dopo le difficoltà iniziali – un punto nelle prime cinque giornate – è riuscita a raccogliere ben 52 punti in 24 partite: 2.2 a gara. Tra le mura amiche, il dato si fa ancora più importante: 35 punti su 45 disponibili. Inoltre, ieri hanno giocato la gara numero 24 dal 3 febbraio scorso – la prima del 2022, contro l’Hellas Verona – quindi nel giro di 95 giorni: ben 90 minuti in campo ogni 3.9 giorni. Utilizzando, tra l’altro, un totale di 48 giocatori, tra i quali 15 classe 2005, annata che la prossima stagione sarà protagonista in categoria, compreso il portiere Davide Franzini.
Un successo, come si può intendere dall’elevato numero di protagonisti, di gruppo, che al primo anno di partecipazione nel campionato raggiunge un primo traguardo, con l’aiuto specialmente di due interpreti: Gennaro Anatriello e capitan Andrea Mazia, entrambi classe 2004 e insieme dalla stagione 2017-2018. Il primo è, attualmente, il capocannoniere del torneo con 22 gol, mentre il secondo è distante solo tre realizzazioni, ma quanto bastano per incoronarli miglior coppia sottoporta del torneo: 41 gol sui 70 totali portano le loro firme. Solo in cinque uscite almeno uno dei due non è andato a segno. In attesa di sapere quale sarà il proprio futuro, l’Under 18 si gode una crescita strepitosa.

BOLOGNA-INTER 3-1

BOLOGNA: Franzini, Karlsson (76’ Hodzic), Panzacchi, Maltoni, Erlandsson (33’ Cricca), Amey, Diop (71’ Dimitrijevic), Corsi, Anatriello, Mazia, Acquah.
A disposizione: Raffaelli, Omoregie, Zaffi, Owusu, Dalmeida, D’Agostino.
Allenatore: Magnani

INTER: Calligaris, Marocco, Perin, Andersen (65’ Uberti), Stankovic, Di Pentima, Biral (55’ Stante), Kamate, Curatolo (55’ Owusu), Quieto (76’ Esposito), Sarr.
A disposizione: Raimondi, Ronco, Perretti, Maiullari.
Allenatore: Zanchetta

ARBITRO: Sig. Zanotti di Rimini
MARCATORI: 37’ Quieto (I), 39’ Mazia (B), 41’ e 59’ Anatriello (B)
AMMONITI: Magnani, Corsi e Acquah (B); Stankovic, Di Pentima e Stante (I)

Già conscia di ciò che l’aspetta, invece, è l’Under 17 di Denis Biavati, giunta prima nel Girone A davanti alla Juventus di un punto, proprio l’avversaria contro la quale cercherà di portare dalla propria parte il quadruplo incontro stagionale, in seguito ai due 0-0 della regular season.
Che, finora, ha regalato grandissime gioie: solamente una prosecuzione di un percorso cominciato nell’agosto 2020 in Under 16, categoria che ha dato vita alle 22 partite senza sconfitte tra test match e le prime undici gare nell’attuale Under 17, senza dimenticare il Trofeo Nereo Rocco vinto a inizio stagione. Dopo la prima sconfitta contro il Genoa nel dicembre scorso, i rossoblù hanno partecipato a una bagarre che ha tenuto con il fiato sospeso fino all’ultimo incontro con quattro squadre pretendenti al primo posto: e dopo la divisone dalla stagione 2016-2017, per la prima volta la squadra di categoria accede ai Quarti di finale Scudetto, soprattutto a uno score ottimo tra le mura amiche: 32 punti conquistati su 36 totali. L’obiettivo sarà quello di migliorare la semifinale raggiunta dalla squadra di Luca Vigiani nel giugno scorso, ma prima gli occhi saranno sui bianconeri, in uno dei tanti scontri ad alta quota nei quali i rossoblù hanno sempre dimostrato di fare bene: contro le quattro squadre lasciate alle spalle, 4 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta.

Sarà il Vicenza la compagine contro cui si dovrà testare l’Under 16 di Luca Sordi, tra domenica 15 maggio – in trasferta – e il mercoledì successivo, agli Ottavi di finale Scudetto. Dei classe 2006, alcuni Campioni d’Italia nel giugno 2019 con l’Under 13 – ne abbiamo parlato tanto durante il corso della stagione: miglior prima classificata, frutto di 48 punti conquistati nel Girone C, grazie a 16 vittorie – nove su nove in casa – e due sconfitte, tenendo a distanza la Fiorentina di nove lunghezze. Sono state tredici le vittorie consecutive, prima di incappare nella prima caduta, che però non ha rovinato una linea difensiva quasi perfetta: 12 gol subiti in 18 partite, otto delle quali con Massimo Pessina tra i pali, portiere classe 2007. In avanti, invece, la palma di grande protagonista se l’è guadagnata, a suon di gol, Tommaso Ravaglioli, attaccante cresciuto nell’Attività di Base, grazie a 17 realizzazioni: in particolare, ha segnato tre doppiette e una tripletta.
La stessa punta, con capitan Andrea Zilio, sono stati chiamati per il torneo UEFA tutt’ora in svolgimento, in Portogallo.

Ancora la Juventus sulla strada del Bologna, ma Under 15 di Juan Solivellas, per gli Ottavi di finale Scudetto. Come i colleghi di un anno maggiore, in trasferta domenica 15 maggio e in casa il mercoledì successivo, i rossoblù proveranno a dare continuità a una seconda parte di stagione sensazionale: dall’inizio delle gare nel 2022, 24 punti conquistati su un totale di 27, eguagliando ciò che sono riusciti a fare i pari età del Monza e la Juventus Under 16. Anche in questo caso, il Bologna risulta come la squadra migliore sotto le Due Torri, con 22 tasselli – esattamente tanti quanti l’Empoli – raccolti su 27. Come per l’Under 18, una stagione in crescendo, registrata dai tanti gol – e convocazioni con le Nazionali di categoria – per l’attaccante Francesco Castaldo: 16 realizzazioni in 18 gare, incorniciate da una doppietta e due triplette.

SHARE