domenica 19 Giugno 2022 - h 19:44

SHARE

L’Under 17 approda in finale Scudetto, eliminata l’Under 15

Nella seconda giornata di finali nazionali, in seguito alla sconfitta dell’Under 18, la giornata odierna ha visto nella mattinata l’eliminazione dell’Under 15 di Juan Solivellas in semifinale Scudetto contro la Fiorentina, vittoriosa 2-1; accede all’ultimo atto, invece, l’Under 17 di Denis Biavati, capace di battere il Milan 1-0. 21 anni dopo, altri “Allievi” (ora Under 17) raggiungono questo traguardo.

In un match molto complicato, il primo tempo viene indirizzato da Tommaso Ravaglioli, al 20° centro stagionale, il primo con l’Under 17 per lui che è un classe 2006: bravissimo ad approfittare di un errore in disimpegno nella fase di costruzione rossonera, il numero 11 vince il contrasto con Paloschi e infila Torriani con un potente destro. Il tutto durante 45 minuti nei quali i rispettivi portieri sono stati poco impegnati: solamente Gasperini, alla fine, respinge l’insidioso corner battuto da Rossi. Nella ripresa, il Milan spinge alla ricerca del pareggio, ma le offensive sono sempre ben bloccate dalla difesa felsinea, nella quale si ergono specialmente due caparbi Diop e, soprattutto, Crociati, autore di un salvataggio sulla linea a porta vuota in un tiro a botta sicura di Perrucci.

Di seguito, le dichiarazioni di mister Denis Biavati e dell’autore del gol-vittoria, il classe 2006 Tommaso Ravaglioli.

Biavati: «A questo livello e a questo punto della stagione il particolare fa la differenza, noi siamo stati bravi a sfruttare un loro errore e poi a non fare a nostra volta delle disattenzioni. I ragazzi sono stati davvero impeccabili e se non prendi gol vuol dire che c’è stato un grande lavoro partito dagli attaccanti e finito con il portiere. La squadra è cresciuta settimana dopo settimana e ora sta tenendo il livello molto alto: siamo equilibrati e non ci sono giocatori che da soli possono risolverti la partita, la forza di questa squadra è il collettivo. Roma e Inter non le conosco bene perché erano in un altro girone quest’anno, però arrivati a questo punto una vale l’altra: l’importante è fare una grande prestazione, facendo sì che i ragazzi si possano divertire, sognando fino a martedì per un’impresa che sarebbe un evento davvero storico. Il nostro Settore Giovanile ha raggiunto un livello molto alto dall’Under 15 fino alla Primavera e speriamo nei prossimi anni di portare alto il nome del nostro club che deve rimanere in alto in Italia e, perché no, anche in Europa»

Ravaglioli: «Questo gol pesa tantissimo, come un macigno: vale un finale, sono soddisfattissimo.
Con l’Under 16 siamo stati eliminati agli Ottavi di finale, ma il Club ha deciso di aggregarmi all’Under 17: siamo arrivati in finale, e ora voglio vincere con loro.
In questo gruppo mi sono integrato benissimo, conoscevo già praticamente tutti perché molti sono in convitto con me. È un gruppo fantastico, non c’è altro da dire.
Io sono arrivato nell’Under 13, fare parte di questa squadra è una gioia immensa: sento l’attaccamento alla maglia e darò sempre il mio contributo.»

MILAN-BOLOGNA 0-1

MILAN: Torriani, Casali (46’ Eletu), Bartesaghi, Malaspina, Fontana (75’ Chiesurin), Paloschi, Rossi, Zeroli, Longhi (60’ Nahrudnyy), Perrucci, Mangiameli.
A disposizione: Lionetti, Baricchio, Tavernaro, Ehuwa, Sala, Cappiello, Benedetti.
Allenatore: Lantignotti

BOLOGNA: Gasperini, De Marco, Baroncioni, Menegazzo, Diop, Crociati, Ferrante (78’ Balleello), Rosetti, Ebone (62’ Cesari), Bernacci (62’ Hodzic), Ravaglioli (87’ Torino).
A disposizione: Franzini, Goffredi, Paterlini, Bellisi, Carretti.
Allenatore: Biavati

ARBITRO: Mazzoni di Prato
MARCATORI: 29’ Ravaglioli (B)
AMMONITI: Ebone (B), Zeroli (M), Eletu (M)


Viene eliminata in Semifinale Scudetto anche l’Under 15 allenata da Juan Solivellas, sconfitta per 2-1 dalla Fiorentina nella sfida giocata allo stadio “Bozzi” di Firenze. Ai rossoblù serviva obbligatoriamente un successo per avere la meglio sui toscani in virtù del pareggio dell’andata per 1-1 e del peggior posizionamento in classifica nella stagione regolare, e l’inizio ha fin da subito lasciato ottime impressioni. Il forcing offensivo, però, nella prima frazione non ha portato a nessun gol, con il risultato che si è sbloccato al primo minuto del secondo tempo grazie a Castaldo, bravo a infilare l’estremo difensore della Fiorentina con un destro imprendibile diretto all’incrocio dei pali in seguito a un’azione ben sviluppata sulla destra. Nel corso dei secondi 35 minuti il Bologna ha rischiato poco e niente, ma quando la partita sembrava indirizzata verso il binario rossoblù, i padroni di casa hanno trovato il pari grazie a Maiorana, veloce a impensierire la retroguardia ormai a tempo scaduto. Nei tempi supplementari a nulla è servita la spinta della squadra di Solivellasalla ricerca del gol qualificazione, e proprio all’ultima azione – con Pessina in area di rigore avversaria – è arrivata la ripartenza e la successiva rete del definitivo 2-1 firmata Cristodaro. Al Bologna Under 15 di Solivellas vanno comunque i più grandi applausi per un campionato di altissimo livello.


FIORENTINA-BOLOGNA 2-1 d.t.s.

FIORENTINA: Vannucchi, Sturli, Masoni, Bonanno, Biagioni, Turnone, Atzeni (63’ Milucci), Pisani, Maiorana (72’ Ciacci), Evangelista (51’ Cristodaro), Angiolini (72’ Pucci).
A disposizione: Dolfi, Ceccarini, Arcadipane, Fiorini, Italiano.
Allenatore: Magera

BOLOGNA: Pessina, Vassallo (81’ Colasanto), El Archi, Boni, De Luca, Gori, Mazzetti (63’ Gambini), Minelli (81’ Sermenghi), Castaldo, Toni (42’ Negri), Di Costanzo.
A disposizione: Sclano, Carrieri, Bettarini, Stendardi, Muzzarelli
Allenatore: Solivellas

ARBITRO: Costantino di Torre del Greco
MARCATORI: 36’ Castaldo (B), 74’ Maiorana (F), 90’ Cristodaro (F)
AMMONITI: Toni, Gori, Pessina e De Luca (B); Maiorana e Sturli (F)

SHARE