venerdì 26 Febbraio 2021 - h 12:41

SHARE

Femminile, domenica sfida a C.F. Pistoiese 2016 SSDARL

La Prima Squadra Femminile di Michelangelo Galasso, domenica 28 febbraio alle 14.30 presso il campo “L. Bonarelli” di Granarolo dell’Emilia, affronta C.F. Pistoiese 2016 SSDARL nella gara valida per la 10^ Giornata del campionato Serie C – Girone C. La partita si giocherà a porte chiuse.

Archiviata la questione A.P.D. LF Jesina Femminile, le rossoblù veleggiano ancora al primo posto, con 27 punti conquistati in nove incontri, a cinque lunghezze dalla seconda A.C.F. Arezzo A.S.D. La prestazione di cinque giorni fa, oltre a dare ancora più sicurezze a un gruppo molto unito, ha fatto sottolineare come la linea difensiva sia stata capace di bloccare l’attacco marchigiano, andato in gol ben 33 volte prima dell’incontro; di contro, l’ottima incisività – finalizzata da Magnusson e Mastel – di marca felsinea. In ultimo, due note liete, ovvero i rientri in campo di giocatrici importanti come Elena Simone e Giulia Arcamone.

Sull’altra metà campo, si presenterà la seconda delle quattro formazioni ostiche che le atlete di Galasso affronteranno in questo mese, perché se è vero che le avversarie siedono al sesto posto a quota 12 punti, una vittoria sarà fondamentale per approfittare del passo falso di una tra A.S.D. Filecchio Fratres e A.C.F. Arezzo A.S.D., rispettivamente terza e seconda forza del campionato, che si scontreranno in terra toscana.

Intanto, il focus sarà localizzato presso il campo “L. Bonarelli”, dove le ragazze effettueranno la preparazione pre-partita sotto la direzione di Andrea Calzolari, preparatore atletico inserito nel mondo rossoblù dalla stagione 2018-2019. Di seguito, le sue parole sui metodi di allenamento passati e futuri:

«Ci siamo trovati a dover ritarare il lavoro a fine ottobre vista la sospensione dei campionati, non tanto per quanto riguarda i metodi quanto sulla programmazione che, non avendo obiettivi, nel breve è stata completamente rivista. Spesso siamo stati costretti a fare sedute di allenamento online, che per le ragazze sono chiaramente meno motivanti che andare sul campo, ma per quanto mi riguarda è stata una grossa occasione da cogliere per poter lavorare di più sugli aspetti di forza e sulle carenze, anche perché sul campo non le ho mai a disposizione per un’ora tutte per me! E devo dire però che mi hanno stupito in positivo per la costanza e la serietà che hanno dimostrato in quel periodo.
Sotto gli aspetti condizionali sono soddisfatto di come hanno risposto, anche i test fatti ad inizio febbraio ci dimostrano questo ma non ci devono “appagare”, perché per quanto siamo già a marzo, non abbiamo ancora concluso il girone di andata. Per quanto riguarda gli aspetti da migliorare abbiamo sicuramente del grande lavoro da fare su alcune posture del corpo e soprattutto sulla lettura delle traiettorie della palla – riferendomi alle giocatrici di movimento – in primis quelle aeree e il conseguente colpo di testa.
Stiamo cercando di tenere ben monitorati i carichi interni ed esterni delle ragazze, stando attenti agli eventuali affaticamenti dei singoli in modo da poter agire preventivamente e nello specifico. Studiando il calendario delle partite abbiamo anche individuato microcicli di scarico periodici, sapendo che può essere stravolto in un qualsiasi momento, vedi gli ultimi mesi… Questo è stato possibile grazie al lavoro coadiuvato di tutto lo staff, sia tecnico – Galasso, Tarini e De Lucca – che medico, con Bazzanini e Sorino: senza ciò sarebbe tutto infattibile».

SHARE