venerdì 22 Gennaio 2021 - h 10:51

SHARE

BFC Femminile, domenica la sfida con il Cella

La Prima Squadra Femminile di Michelangelo Galasso affronterà, domenica alle 14,30, la Polisportiva Dilettantistica Cella presso il campo “L. Bonarelli” di Granarolo dell’Emilia, nella gara valida per la 5° Giornata di campionato di Serie C – Girone C. La partita sarà disputata a porte chiuse.

Questa sfida dà un nuovo battesimo al campionato, siccome – impegnati i due precedenti weekend per i recuperi del terzo e quarto turno rinviati lo scorso novembre – la LND-Calcio Femminile aveva programmato che da questa domenica sarebbe ripreso regolarmente il torneo.
Le rossoblù, una settimana fa, sono tornate dal campo dell’Aprilia Racing Club con tre punti utili che le ha riportate al vertice della classifica e, inoltre, a sei vittorie conquistate in altrettante gare disputate, contando anche le due in Coppa Italia: una di queste, proprio contro le reggiane il 4 ottobre scorso per 2-1 firmato da Sciarrone e Magnusson.
A loro volta, le ospiti arrivano in terra felsinea con quattro punti in classifica conquistati in altrettante partite.

Una delle protagoniste dell’esordio stagionale, pur non entrando nel tabellino delle marcatrici, era stata l’attaccante Gaia Mastel, che ha presentato così la sfida:

«Sicuramente sarà una partita diversa da quella affrontata ad inizio stagione, quando arrivavamo da appena due settimane di allenamento. Al momento credo che non siamo ancora riuscite ad esprimere al meglio il nostro gioco, anche a causa della lunga sosta, ma confido nella preparazione e so per certo che domenica saremo preparate alla partita.
Penso sia stato fondamentale vincere contro l’Aprilia. A dire la verità ero molto tesa prima del match, sia perché il nostro capitano Bassi ci aveva avvisate delle difficoltà nell’affrontare un avversario del genere, sia perché arrivavamo da un periodo di inattività veramente lungo. Nonostante le difficoltà, però, siamo riuscite a portare a casa una vittoria che fa bene al morale della squadra.
Durante la sosta ci siamo allenate più duramente per mantenere la condizione fisica che avevamo raggiunto, integrando molti esercizi per tutti i tipi di finalizzazione, dato che giustamente senza i gol le partite non si vincono. La domenica, inoltre, abbiamo sempre fatto delle partite amichevoli fra di noi per mantenere le misure sul campo da gioco, per quanto possibile.
Lo spogliatoio penso sia il principale motivo del bell’inizio di stagione. Siamo un gruppo veramente speciale, in cui si alternano momenti di serietà e sana competizione a momenti di risate e svago, sia con le compagne, che con lo staff tecnico. Io sono al Bologna per il primo anno, ed è sempre difficile cambiare squadra: spesso non riesco ad integrarmi subito nel gruppo, ma in questo caso devo dire che è stato piuttosto facile, grazie anche al contributo di tutte le compagne perché fin dal primo momento mi hanno accolto a braccia aperte»

SHARE